Main Content

Ogni insalata ha una sua storia

Verdura, frutta, uova, carne – tutto biologico, fresco, della migliore qualità e correlato alla storia di una famiglia contadina estremamente impegnata. Ecco il riassunto della ricetta di successo nella vendita diretta di Anita e Michael Reichmuth nel Canton Svitto. Senza dimenticare un essenziale pizzico d’imprenditorialità, per orientare sempre l’azienda e le sue offerte al mercato.

Arance?! Ma come ci sono finite nel negozio della fattoria, dove di solito trovo solo frutta e verdura indigena, oltre che di stagione? Appena raccolte o trasformate direttamente in fattoria e ovviamente, di ottima qualità biologica. Siamo a Oberarth, ai piedi del Rigi, da Anita e Michael Reichmuth e i loro figli Ricarda, Flavian e Rafaela. Con l’aiuto dei genitori di Michael, Regina e Sepp, e durante i mesi estivi fino a 15 collaboratori, conducono l’azienda biologica mista da 20 ettari “Biohof Fluofeld”. La specialità e il maggior sostentamento della famiglia Reichmuth è la vendita diretta. Il tutto è iniziato 25 anni fa, in piccolo, ma con un grande giardino di casa, racconta Anita. Con la verdura prodotta ha aperto una bancarella al mercato, dando vita all’ancora attuale presenza del sabato al mercato di Goldau.

La vendita diretta porta denaro
La vendita diretta è aumentata grazie a un secondo mercato settimanale del martedì a Brunnen, e un terzo, il venerdì a Einsiedeln. A Einsiedeln e Goldau però, durante l’inverno il mercato non c’è. Per ovviare a questa perdita, hanno costruito un negozio in azienda. Questo completa perfettamente l’offerta, poiché purtroppo durante il mercato c’è poco tempo per scambiare due chiacchiere con i clienti. Il negozio, gestito da personale qualificato – e si vede – è per i Reichmuth il biglietto da visita: professionale e di alta qualità. Dalla vendita diretta ricavano la metà delle entrate. Il 30% deriva invece dalla fornitura dei prodotti ad altri negozi come il loro. Il restante 20% dallo smercio a grandi distributori. “Grazie ai grandi distributori riusciamo a raggiungere una quantità critica che ci aiuta a professionalizzare la produzione e a raggiungere un’elevata qualità dei prodotti”, sottolinea Michael. Ma i grandi guadagni non derivano da lì.

Qualità e freschezza
“I clienti soddisfatti sono la nostra motivazione”, il loro motto si può leggere anche nella pagina internet dell’azienda. Ma che cosa fa felici i clienti? Per la coppia la risposta è chiara. “Le cose più importanti sono la qualità e la freschezza.” Regionalità e aspetti ecologici, come la riduzione del materiale d’imballaggio sono altri fattori importanti per molti clienti. Tanti vengono con sacchetti di stoffa riutilizzabili. Ma adesso vogliamo sapere che cosa centrano le arance? Come tutti i prodotti di Michael e Anita, anche loro hanno una storia da raccontare. Una donna greca residente in Svizzera, voleva aiutare la famiglia intrappolata nelle difficoltà finanziare della Grecia, vendendo le loro arance biologiche in Svizzera. Ha chiesto aiuto ai Reichmuth e, Michael, sempre pronto per nuove idee, ha accettato immediatamente. Presto è arrivata in fattoria la prima automobile carica di arance. Michael è anche già stato diverse volte in Grecia, per farsi un’immagine propria. Devo poter sostenere i prodotti che vendo al 100%. Le arance, con la loro storia, si vendono benissimo!

Costruire sulla fiducia
Quello che però piace di più ai clienti, è quando Michael in persona lavora al banco del mercato: “Quando, chi ha piantato, curato e raccolto la verdura personalmente la vende anche, i clienti hanno più fiducia. Non dobbiamo mai spiegare niente sulla produzione”. Per questo motivo, a ogni mercato, c’è un rappresentante della famiglia. I clienti abitano nella regione e ci sono molti clienti abituali. Stando ad Anita, si tratta perlopiù di persone che non abitano da molto tempo nella zona. Sorprendentemente, ci sono anche molti giovani e famiglie giovani: “Non sono solo benestanti, alcuni fanno delle rinunce per poter comprare la nostra verdura, la frutta, le uova e i prodotti lavorati”. Come procederà il “Fluofeld”? Non c’è da stupirsi se Michael e Anita hanno diversi piani per il loro futuro. Come prima cosa vogliono costruire una nuova serra, la tempesta Burglind ha distrutto il loro tunnel con copertura di plastica. Dal 2019 saranno presenti anche ai mercati del martedì e del sabato a Lucerna. Michael sta anche valutando la possibilità di aprire un Take Away Gourmet a Zugo. Le storie della famiglia Reichmuth non finiscono mai.


Autrice: Sandra Helfenstein

Pagina Web: fluofeld.ch